Home Galleria Temi Natalizi Vita Eucaristica e il Natale
Vita Eucaristica e il Natale


                                        VITA EUCARISTICA                 


                                       



                                               

(Articolo del p.  Mariano Cordovani o.p. Maestro del S. Palazzo Apostolico- anno 1937)

- dalla Rivista: "Il SS. Sacramento" - organo ufficiale dell' Arciconfraternita Madre per le confraternite del SS. Sacramento (San Carlo) dicembre 1937 - n. 12 - anno xv -


 

Siamo a Natale! Festa di gaudio perche ricorda l' avvento di Dio nel mondo col mistero della Incarnazione, rinnovella in tutti e rende pi√Ļ viva la coscienza di redenti, di santificati, di deificati. per queste vie divine anche noi siamo diventati figli di Dio. Ma troppo facilmente diamo al Natale l'impronta di un ricordo, quasi che il Signore non fosse pi√ļ tra noi, e dovessimo unire al gaudio della venuta il rimpianto della scomparsa. 

Ma la Fede insegna che il Signore, per quanto asceso al Cielo trionfatore del peccato e della morte, √© rimasto fra noi realmente. Si pu√≥ dire invisibile, ma non si deve dire assente. Non siamo orfani, siamo solo messi alla prova della fedelt√° in questo misterioso nascondimento che √© il mistero eucaristico. Il Salvatore √© socio di viaggio in questa sua presenza realissima, che ci beatificherebbe se fosse tutta svelata. Il Salvatore √® cibo dell'anima in questo Sacramento dell'  amore, che dovremmo sforzarci di capire sempre meglio e di gustare sempre pi√Ļ intimamente.

Il Salvatore compie perennemente la funzione di propiziatore in quanto ci libera dal peccato e dalle sue conseguenze in questo sacrificio di salvezza, sempre rinnovellato e sempre applicato alla nostra anima  lungo il sentiero della vita. Per queste ragioni non basta che noi siamo fedeli ai suoi precetti e intoniamo la vita alla sua legge, dobbiamo renderci conto che Ges√Ļ √® presente e dobbiamo pubblicamente dirlo e riconoscerlo con pratiche intelligenti e ardenti. Allora si comprende la pratica delle Quarant' ore, la visita al SS. Sacramento, il Congresso diocesano, nazionale e internazionale. Qualcuno si domanda: a che servono questi congressi internazionali? domando: a che servono questi ammassi di gente, di ogni categoria, che tanto spesso si fanno nelle capitali del mondo? Se per l'affermazione di ideali contingenti diventa teatro il mondo, perche la Chiesa non dovrebbe favorire questa adunata di popolo credente per una grande affermazione di fede nel mistero della presenza reale e una grande predicazione apostolica in faccia a tutte le genti? Chi possedesse la collezione intera degli Atti dei Congressi Eucaristici Internazionali avrebbe una documentazione scientifica di grande valore e una ricchissima Teologia del mistero, che arricchirebbe la nostra meditazione e la nostra predicazione.

Dunque celebriamo il Natale, ma un Natale reso permanente dal mistero eucaristico, che si rinnovella nelle anime con la Comunione, ed assume nuova forma col sacrificio. Il mistero dell' immolazione è al tempo stesso il mistero della vita che rinasce. Il calvario è una scaturigine di sangue che porta la vita eterna alle anime in tutto il mondo; e di fronte alla miserabile nuova dottrina che cerca la nobiltà della razza nella presunta purezza del sangue dell'uomo noi cattolici dobbiamo ringraziare il Signore per averci comunicato la sua nobilta divina con la partecipazione reale e sacra al Suo Sangue redentivo.

Buon Natale Eucaristico !

 

 


P. Mariano Cordonavi O.P.


 
© Copyright 2023/2024 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner